Il Parco Nazionale Gargano è un’area naturale protetta gestita dall’Ente Parco del Gargano istituito dal D.P.R. 5 giugno 1995

Ha una superficie di  121.118,00 he,  si trova in Puglia, in Provincia di Foggia.

Il parco concentra habitat molto diversi in considerazione della diversa morfologia del territorio, abbracciando diverse aree protette che vanno dalle coste marine come la  Riserva Marina delle Isole Tremiti ricche di straordinarie grotte naturali,alle zone più interne e ricchissime di vegetazione come la Foresta Umbra.

Il Parco presenta piante plurisecolari di faggio  e pini d’Aleppo, cerri e querce. Il sottobosco delle foreste garganiche presentano praterie steppiche, ricchissime di fiori e straordinarie orchidee selvatiche presenti in ben 56 specie e 5 sottospecie di fiori.

VIVI L’AVVENTURA!

SAFARI NEL PARCO

safari-nel-gargano

Anche la fauna presente è di eccezionale bellezza e rarità, il capriolo o il picchio rosso e Lilford, i cinghiali, ed  altre rare specie come i daini e gatti selvatici ed ancora volpi, ricci, scoiattoli, martore, mufloni e rapaci come il gufo reale, il falco pellegrino e l’astore. La presenza poi di Zone Umide, comprese nei biotipi di importanza comunitaria, grazie alla presenza delle lagune di Lesina e Varano, le paludi del Frattarolo e le foci del Fortore, sono tra le motivazioni che hanno portato all’istituzione del  Parco, interessanti anche per la presenza di rettili ed anfibi e per la sosta di avifauna essendo questa zona in una posizione strategica per le rotte migratorie di uccelli acquatici che migrano dall’Africa all’Europa centro orientale.

 La Foresta Umbra

La  Foresta Umbra rappresenta l’ambiente più caratteristico del Parco Nazionale del Gargano. A dispetto dei numerosi incendi e pratiche di disboscamento degli anni passati, la Foresta ha  conservato nella sua parte interna  quasi intatto il suo maestoso rigoglio vegetativo con ricca varietà di specie e forme arboree e arbustive.

Le origini del nome sono incerte, per alcuni deriverebbero dalle ricche zone ombrose procurate da fitta vegetazione, per altri da antiche popolazioni di Umbri, tribù preistorica, abitante della foresta.

La foresta è ricchissima di volatili come il picchio rosso maggiore, minore e  mezzano; un tipo più raro e invece il picchio a dorso bianco che sopravvive nidificando in presenza di faggi maturi nei quali si procuraappositi giacigli. Presenti numerosi anche gli  uccelli predatori, fra i quali ci sono il gufo reale, l’allocco e lo sparviero. Tra i passeriformi troviamo la balia col collare, il tordo bottaccio, il frosone e la bigia grossa.

Nel Parco Nazionale del Gargano è possibile fare escursioni e diverse attività interessanti che troverete nella nostra sezione “attività”, tutte le escursioni  proposte anche quelle più ludiche e divertenti hanno lo scopo di avvicinare i visitatori alla natura, alla conoscenza del territorio, al rispetto degli ecosistemi presenti.